PROGETTO DI FORMAZIONE E RICERCA

Integration, migration, transnational relationships. Governing inheritance statutes after the entry into force of EU succession regulations

Francia, Italia, Portogallo, Spagna, Ungheria, 01 Ottobre 2018 - 30 Settembre 2020

Presentazione

L’obiettivo generale dell’azione è contribuire alla corretta e coerente applicazione dei Regolamenti sulla Famiglia e le Successioni attraverso attività analitiche e di rafforzamento delle capacità indirizzate agli operatori legali.

Gli obiettivi specifici dell’azione sono :

1. Contribuire alla riduzione dei conflitti sociali promuovendo un'analisi dell'impatto della Migrazione sull’applicazione della normativa dell'UE relativamente alle famiglie e alle successioni. In particolare:

(i) le disposizioni normative sul matrimonio derivanti da altre tradizioni culturali;
(ii) gli schemi contrattuali atipici relativi alla proprietà familiare;
(iii) la discriminazione legata a diversi gradi di riconoscimento dei modelli familiari;
(iv) gli scioglimenti familiari non giudiziari oppure extragiudiziari;
(v) la protezione delle parti più deboli nelle disgregazioni familiari;
(vi) il conciliare le leggi europee con le dimensioni religiose della famiglia in altre tradizioni culturali.

2. Sostenere gli operatori nel gestire le questioni legali legate alla migrazione al fine di promuovere l'integrazione.

Attività:

(i) pubblicazione di articoli scientifici e guide pratiche;
(ii) sviluppo dei moduli formativi per sessioni in presenza e corso di e-learning sulla piattaforma MOOC;
(iii) M & E e diffusione delle best practices.

Partners: Fondazione Italiana del Notariato, Università di Budapest e di Valencia, Centro sul Diritto di Famiglia dell’Università di Coimbra, Centro Nazionale delle Ricerche Francese, Associazione Avvocati Matrimonialisti per la tutela delle persone, dei minorenni e della famiglia, Fondazione De Gasperi. 

Gruppi target:

Beneficiari diretti: notai (40%), avvocati (30%), giudici (10%), funzionari pubblici (10%) e accademici (10%).
Beneficiari indiretti: cittadini dell'UE. Nel 2015, i migranti verso gli Stati membri dell'UE sono stai quantificati in 4,7 milioni.

Risultati attesi:

(i) applicazione uniforme del diritto dell'UE;
(ii)professionisti preparati a gestire le problematiche familiari e di successione connesse alla Migrazione;
(iii) evitare le discriminazioni;
(iv) la riduzione della conflittualità sociale.

Outputs:

(i) questionario e relazione di valutazione;
(ii) corso di e-learning;
(ii) un volume, articoli scientifici e linee guida pratiche;
(iii) 2 seminari, 2 conferenze;
(iv) sito web del progetto;
(v) database aggiornato;
(vi) rapporti di valutazione interna ed esterna;
(vii) rapporti alla CE.
 
 
"This website and its contents are produced with the financial support of the Justice Programme of the European Union. The website and the said contents are the sole responsibility of the project's implementing team and can in no way be taken to reflect the views of the European Commission."